l'uomo e la difesa dell'ambiente

Questo atteggiamento è anche motivato dal fatto che una riduzione delle emissioni di anidride carbonica significherebbe una riduzione della produzione di beni di consumo e quindi dello sviluppo economico del Paese. Si parla allora di global warming, “riscaldamento globale”. In definitiva tutte queste sostanze, importanti per la sopravvivenza delle piante, sono indesiderabili per l’uomo. Oggi nel mondo vi sono circa sei miliardi e mezzo di abitanti: un numero che si accresce ad un ritmo di circa l’uno e mezzo per cento all’anno. Il concetto di natura incontaminata che racchiude in sé una moralità superiore è un’utopia che non ha riscontro nella realtà. I mari potranno però alzarsi ulteriormente per espansione termica in quanto i liquidi (come qualsiasi corpo) riscaldandosi si dilatano. Anche l’ecologia e il rispetto dell’ambiente, quindi, dovrebbero riguardare tutti, e ognuno di noi dovrebbe darsi da fare per rendere il mondo un posto più vivibile. LE REGOLE PER LA SALVAGUARDIA DEL PAESAGGIO E DELL’AMBIENTE. Tale luogo comune è da imputarsi ad una concezione antropocentrica, di cui è impregnata la cultura occidentale fortemente condizionata dagli scritti biblici in cui si legge: “L’uomo, ultima creatura comparsa sulla Terra, ha la completa signoria sugli animali, sulle piante e sulle altre risorse naturali, che sono state create per fornire cibo ed altri beni materiali alla stirpe di Adamo, la quale ha ricevuto il comando: crescete e moltiplicatevi, riempite la Terra e rendetevela soggetta e signoreggiate su tutti gli animali e le erbe.” L’uomo, come si vede, è considerato il “signore del Creato”, che verso nessun altro ha obblighi morali se non verso i propri simili e, se credente, nei confronti di Dio. Per secoli l’uomo è stato abituato a pensare ad essa come a qualcosa di nettamente separato da sé stesso e dalle sue attività abituali: il bosco, il ruscello, il canto degli uccelli, il cervo che si abbevera alla fonte sono “natura”, mentre la città, l’ora di punta, la vacanza sulla neve “sarebbero” ambiti e attività esclusivamente umane. Possiamo pertanto paragonare la situazione in cui si sta cacciando l’uomo a quella di una persona inesperta che decidesse di mettere le mani nei delicati congegni di un orologio senza avere la minima conoscenza del suo funzionamento: non si sa se, dopo l’incauta operazione, l’orologio andrà avanti o indietro, ma sicuramente esso non funzionerà più bene. L’eccesso di sostanze di scarto delle industrie, le emissioni di gas dai mezzi di trasporto, le perdite di petrolio in mare, il difficile smaltimento dei rifiuti (sia domestici sia industriali) creano una generale condizione inquinante che a sua volta ingenera processi nefasti per il pianeta: effetto serra, desertificazione, cambiamenti climatici, buco nell’ozono. Cosa c’entra tutto questo con il clima? Ma cosa è la natura? Attraverso lo studio storico delle diverse normative sull’argomento si riscontra l’importanza che l’uomo gli attribuisce. Venezia, Amburgo, Londra, Tokyo e tante altre città che si affacciano sul mare si troverebbero non solo sommerse dalle acque ma anche seppellite sotto una coltre di ghiaccio. La maggior parte dell’umanità resta esclusa da ogni forma di sviluppo moderno e conosce i drammi di una spaventosa arretratezza. Fra queste vi è quella di spruzzare il terreno con i cosiddetti “preparati biodinamici” che si ottengono da letame, sali minerali e sostanze vegetali in diluizione omeopatica cioè tale che i principi attivi della soluzione scompaiono del tutto e pertanto sul terreno viene sparsa solo acqua fresca. In natura nessuna specie può sopravvivere senza arrecare danno all’ambiente o ad altre specie e a volte la lotta per la sopravvivenza è furibonda e feroce. Avvertendo la comune responsabilità per il creato (cfr ivi, 51), la Chiesa non solo è impegnata a promuovere la difesa della terra, dell’acqua e dell’aria, donate dal Creatore a tutti, ma soprattutto si adopera per proteggere l’uomo contro la distruzione di se stesso. La parte che viene riflessa è quella che appartiene al campo dell’infrarosso ossia alle radiazioni calorifiche. Un inizio può essere modificare alcune tra le nostre più semplici abitudini quotidiane: Studia Rapido: Imparare nuove cose, ritrovare quello che già si conosce.. .entro i comodi limiti della rapidità! Per difendersi dagli aggressori naturali le piante producono esse stesse spontaneamente dei pesticidi che poi rimangono intrappolati al loro interno mentre i pesticidi che vengono spruzzati sui vegetali sono poi eliminati con un energico e ripetuto lavaggio. La seconda grande risorsa degli esseri umani è il cervello ma solo se essi sapranno servirsene bene per esempio per sbarazzarsi al più presto possibile delle idee stravaganti dei Verdi e di tutti gli ambientalisti del mondo. La crescita demografica è destinata in ogni caso a fermarsi. Un'acconciatura speciale per un'occasione speciale: la festa di Onam, una cerimonia vivace e colorata che celebra la quinta reincarnazione del dio Visnu e si svolge a Kermala, in India. Una parte di questo calore viene trattenuto da alcuni gas presenti nell’atmosfera, fino a formare come una calottta, una coperta che avvolge il globo terrestre, regolando le temperature in modo da favorire l’esistenza della vita di uomini, flora e fauna. Se l’operazione fosse iniziata alle undici e mezzo di sera a mezzanotte la bottiglia sarebbe piena di batteri i quali non si riprodurrebbero più e invece morirebbero. In particolare negli ultimi due secoli (dai tempi della rivoluzione industriale), uomo e ambiente sono entrati definitivamente in conflitto e il Pianeta Terra è afflitto da una serie di disastri ambientali, ormai di proporzioni molto vaste, prodotti dall’azione dell’uomo. Mi raccontava un ufficiale dell’esercito, che durante la guerra era stato in campo di concentramento, dove c’era pochissimo da mangiare e quel poco era completamente privo di proteine, di essere riuscito a catturare un topo che si era cucinato e quindi mangiato sotto gli occhi dei compagni di sventura i quali lo osservavano con invidia mentre consumava quei pochi grammi di proteine. L’ambiente non riconosce un Creatore, ma diventa una entità che vive di vita propria; se deve essere difeso, significa che qualcuno sta attentando alla sua stessa sopravvivenza. Ora il clima sta cambiando ma l’ipotesi che l’uomo, con le sue attività, contribuisca a modificarlo non è per niente sicura ed in tale ambito le posizioni dei movimenti ambientalisti sono molto risolute tanto che semplici ipotesi di lavoro vengono spacciate per certezze scientifiche. L’acqua di fusione negli anni provocherebbe l’aumento del livello del mare con la conseguenza di vedere finire sott’acqua gran parte delle zone più popolate della Terra a cominciare da città importanti quali ad esempio Venezia, Amburgo, Londra e Tokyo. Nel fare tutto questo ha provocato una serie numerosa di danni e distruzioni. L’uomo ha a disposizione due grandi risorse. Ecoalfabeta: scienza e difesa dell'ambiente Gli studi successivi portarono alla scoperta di una proteina a cui fu dato il nome di insulina la quale, iniettata in cani a cui era stato asportato il pancreas, eliminava i sintomi del diabete; successivamente la terapia venne estesa all’uomo. Anche secondo Muir il contatto con la natura selvaggia (wilderness) offre all’uomo la possibilità non solo di ricreazione e di godimento estetico, ma anche di raccoglimento: l’uomo … Fra meno di 700 anni gli abitanti del pianeta saranno 150.000 miliardi: uno ogni metro quadrato di superficie terrestre. La sua azione incide in modo determinante. Gli animalisti dovrebbero spiegarci quale differenza morale vi è fra simili comportamenti e quelli di uno scienziato che sperimenta su di una cavia un nuovo farmaco che potrebbe salvare la vita di migliaia di bambini. In natura accadono in continuazione cose inaudite e fatti raccapriccianti ben superiori a quelli di cui è capace l’uomo più crudele. L'uomo non può certo rinunciare al progresso e a tutti i suoi vantaggi, ma deve cercare di limitare i danni causati dall'inquinamento. Nella “difesa dell’ambiente” invece i ruoli cambiano, drasticamente e drammaticamente. Questi sono solo alcuni degli effetti di rimbalzo che derivano principalmente, ma non solo, dall’eccesso di anidride carbonica sprigionato dall’attività umana. Non solo la presunta superiorità qualitativa dei prodotti biologici è priva di qualsiasi base scientifica, ma il loro utilizzo potrebbe essere addirittura rischioso per la salute. C’entra perché la presenza dell’anidride carbonica nell’atmosfera ha un’influenza decisiva sulla temperatura del nostro pianeta. Uno dei problemi maggiori è l’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del mare e del suolo. Consapevoli di ciò, i Verdi parlano di “sviluppo sostenibile” senza rendersi conto che l’espressione è una contraddizione in termini. Queste hanno come scopo diffondere il rispetto dell’ambiente e un corretto comportamento nei confront… L’atteggiamento dell’uomo nei confronti dell’ ambiente è profondamente cambiato nel ventesimo secolo. L’uomo ha un ruolo importante nella salvaguardia dell’ambiente. Anche l’ozono è un gas che avvolge l’atmosfera, proteggendola però dalle radiazioni Uv, ultraviolette. Puoi per esempio fare investimenti green nella tua casa approfittando anche delle agevolazioni fiscali. Anche senza arrivare a simili estremi, basterebbe un minimo aumento della temperatura perché si vedano scomparire i ghiacciai alpini che sono preziosi serbatoi d’acqua i quali vanno ad alimentare le falde acquifere della pianura proprio in estate quando piove meno. La scomparsa dei suddetti ghiacciai sconvolgerebbe pertanto il regime naturale delle acque, provocando una grave siccità e la desertificazione di vaste aree del nostro Paese nonché della stessa Europa. Un’emergenza che dev’essere affrontata al più presto, e in ogni occasione. Difendere l’ambiente è un dovere di tutti. e sulla condivisione di un pensiero “alla pari”. Per “global warming” si intende il cambiamento climatico in atto. Nelle regioni calde o temperate, invece, si verificano o forti precipitazioni che determinano inondazioni e straripamenti di fiumi, o siccità e desertificazione. LA PETIZIONE A difesa dell'uomo e dell'ambiente EDITORIALI 25-06-2019 Riccardo Cascioli È di grande importanza la petizione firmata da decine di scienziati italiani che demolisce la teoria del riscaldamento globale antropico. Studia Rapido 2021 - P.IVA IT02393950593, Uomo e ambiente: un rapporto difficile, tema, Storia, dalla preistoria alla Roma imperiale, Privacy e politiche di utilizzo dei cookies, Dante 2021: 700 anni dalla morte di Dante. Gli animalisti dicono che si potrebbe evitare di sperimentare sugli animali in quanto esistono altre tecniche attraverso le quali si potrebbe giungere agli stessi risultati ma in realtà in campo medico non esistono metodologie valide in grado di sostituire la sperimentazione sugli animali. non possedere più di un automobile a famiglia; non fare un uso eccessivo degli elettrodomestici; evitare di tenere in carica cellulari e computer, o accesa una lampadina, quando non è necessario; ridurre i rifiuti e attuare la raccolta differenziata; installare, se possibile, pannelli solari e fotovoltaici o piccoli generatori eolici; installare doppie finestre o rivestirle con materiali isolanti; non sprecare l’acqua, non utilizzare l’acqua in bottiglia e stoviglie in plastica; limitare l’arrivo di posta pubblicitaria; diventare politicamente attivi, impegnarci perché agli attuali trend di distruzione ambientale sia imposto uno stop. Ma è proprio vero che i prodotti dell’agricoltura biologica sono migliori di quelli dell’agricoltura tradizionale? Si sa che l’atmosfera contiene una piccola quantità di anidride carbonica, il gas che rappresenta l’alimento base delle piante e la cui formula chimica è CO2. È documentato dagli studi geologici e paleontologici che nel lontano passato si sono verificate consistenti variazioni climatiche, ma qualche cosa di simile è successo anche in tempi storici senza che l’uomo abbia avuto alcun ruolo. Si tratta di sostanze che per loro natura sono innocue ma che, in seguito a trasformazione epatica, divengono potenti cancerogeni. L’anidride carbonica assorbe soprattutto queste radiazioni provocando un riscaldamento dell’atmosfera simile a quello che si verifica nelle serre, per la presenza dei vetri che proteggono le colture: tale fenomeno infatti è chiamato “effetto serra”. Come avverrà questo arresto è un’altra questione, ma se i governi non interverranno con decisione, sicuramente non avverrà in modo tranquillo e indolore. Negli anni in cui viviamo, difficilmente viviamo in campagna e siamo circondati da cemento e grigio ovunque, ma una parentesi di relax e d’immersione, nella natura, può essere solo un toccasana per … Di: ... L’agricoltura è un’attività di notevole rilevanza per l’Uomo. L’aumento di CO2 potrebbe provocare un aumento della vegetazione che a sua volta consumerebbe più anidride carbonica facendo diminuire la concentrazione della medesima nell’atmosfera e quindi lasciando sfuggire le radiazioni infrarosse con la conseguenza che, ad un periodo caldo, seguirebbe un’epoca glaciale. Anzitutto l’uomo interviene negativamente sull’ambiente terrestre, per esempio, disboscando le foreste. La mantide religiosa, ad esempio, mangia il maschio durante l’atto sessuale; i fuchi vengono allontanati dall’alveare dopo che uno solo di loro ha fecondato l’ape regina e lasciati morire di fame; vi sono alcuni insetti che depongono le uova fecondate all’interno del corpo di altri animali in modo che, quando queste si schiudono, le larve abbiano a disposizione carne fresca di cui nutrirsi; e la lista di atti atroci presenti in natura potrebbe allungarsi all’infinito. Sviluppo significa “crescita”, mentre sostenibile significa “durevole nel tempo”. Il WWF è la più grande organizzazione mondiale per la conservazione di natura, habitat e specie in pericolo. Peraltro tale risoluzione non è mai stata ratificata dai diversi Paesi del mondo anche perché, ad una attenta analisi essa si è dimostrata incoerente e lacunosa. Insomma, nessuno sviluppo fondato su risorse finite può essere sostenibile. La tutela dell’ambiente è, a livello mondiale, un’esigenza fondamentale per assicurare il benessere e il progresso della società. L’eccesso di sostanze di scarto delle industrie, le emissioni di gas dai mezzi di trasporto, le perdite di petrolio in mare, il difficile smaltimento dei rifiuti (sia domestici sia industriali) creano una generale condizione inquinante che a sua volta ingenera processi nefasti per il pianeta: effetto serra, desertificazione, cambiamenti climatici, buco nell’ozono. Ognuno di questi problemi meriterebbe una trattazione a parte, ma, per quanto il nostro discorso possa risultare generico, non sarà inutile uno sguardo d’assieme. Le minacce che mettono a rischio la nostra Terra sono in continuo aumento. In realtà, molti di coloro che si proclamano difensori dell’ambiente, mostrano invece una scarsissima cultura scientifica assumendo posizioni che appaiono basate unicamente su atteggiamenti emotivi e irrazionali. Tema svolto di italiano per le scuole superiori che descrive il rapporto vertente tra l'uomo e l'ambiente, analizzando anche tematiche importanti all'interno. 1864) e Yellowstone (1872) e la fondazione della Sierra Club, una delle più note e potenti associazioni in difesa dell’ambiente. Il metodo di studio – Impara a studiare e ottieni il... Odissea: riassunto, personaggi, luoghi e fatti dell’opera di Omero, Come individuare verbi transitivi e intransitivi, Come si scrive una lettera ad un amico, esame terza media, vEyes: il robot indossabile che aiuta i non vedenti, Duckietown, la Smart City abitata da paperelle, Barbalbero, il robot a difesa dell’ambiente, Cosa è il laser e i suoi utilizzi nella robotica, Raspberry, il mini-computer per programmare i robot. Le associazioni ambientalistiche. Vediamo la questione più nel dettaglio. Da alcuni anni, nell’opinione pubblica si è consolidata la consapevolezza della opportunità di salvaguardare l’ambiente. Nello stesso tempo essi sono consapevoli dei limiti di validità degli esperimenti condotti sugli animali che, per quanto possano apparire atti di inutile crudeltà, rappresentano tuttavia un male necessario fino a quando non si troverà un’alternativa altrettanto efficace. Vale la pena, adesso, di capire almeno quali sono gli ambiti in cui si fa più evidente l’intervento dell’uomo. Difesa dell’ambiente. Si fa risalire la sua nascita a circa 10.500 anni fa in Medio Oriente, nella cosiddetta “Mezzaluna fertile”. L’inquinamento e alcuni altri gas, come quelli prodotti dalle bombolette spray, provocano danni all’ozono, assottigliandone la coltre che attualmente ci protegge. Per concludere è opportuno spendere qualche parola sulla cosiddetta “agricoltura biologica”, cioè su quella particolare tecnica di coltivazione che non fa uso di fertilizzanti e pesticidi chimici di sintesi. Tuttavia Verdi e ambientalisti insistono nel pretendere uno sviluppo sostenibile che mai potrà essere realizzato. Essa sostituisce i fertilizzanti e gli antiparassitari classici con la concimazione organica che utilizza il letame prodotto dagli animali allevati o il compost ricavato dagli scarti vegetali e combatte i parassiti con particolari tecniche dette di “lotta biologica”; procede infine al diserbo a mano o con mezzi meccanici. Solo i ghiacciai del Polo Nord non produrrebbero l’innalzamento del livello del mare ma al contrario il suo abbassamento e il motivo è semplice: essi si trovano nell’acqua e il ghiaccio quando fonde diminuisce di volume. Quale l’alternativa? Missione. L’ha sempre fatto, ma ormai il pianeta non è più in grado di far fronte all’azione dell’uomo. Genera forti ondate di calore; lo scioglimento dei ghiacci nella regione artica (Siberia, Canada del Nord, Alaska) e l’innalzamento del livello del mare. Nonostante il tema della salvaguardia ecologica e le lotte per la difesa dell’ambiente non sembra trovino oggi particolari impulsi, nella scuola parlare di ecologia e di natura è davvero importante, oltreché sempre d’attualità. La scienza non è infallibile perché è prodotta dagli uomini che non sono perfetti e, per quanto il metodo di indagine sia molto scrupoloso e prudente, a volte si commettono errori. Scopri come aiutarci a fare la differenza! La difesa dell’ambiente — un altro volto della lotta di classe — non passa quindi da un rifiuto della tecnica ma dal rifiuto della tecnica asservita al capitale per il quale le merci non servono a soddisfare bisogni umani ma solo a generare denaro per alcuni (pochi) e nocività per altri (tanti). Gli sperimentatori operano con professionalità evitando ogni abuso e ricorrono a queste tecniche solo quando ritengono che siano assolutamente necessarie. L’assorbimento di anidride carbonica sarebbe ancora maggiore da parte del plancton e dei molluschi perché questi ultimi la fisserebbero nei loro gusci calcarei, che, dopo la morte, finirebbero sui fondali oceanici. Poiché, tranne ai formichieri, a nessuno piace trovarsi la bocca piena di insetti mentre mangia, la pianta viene evitata dagli erbivori. Questo processo è facilmente intuibile se si considera che ad oggi la linea di demarcazione tra uomo e ambiente naturale è diventata sempre più labile, parlare di difesa dell’ambiente significa anche protezione dell’uomo. L’uomo ha sempre vissuto interangendo con l’ambiente. La difesa fitosanitaria nella salvaguardia dell’ambiente e della salute. La difesa dell’ambiente non è affatto in competizione con lo sviluppo umano e la tutela degli oppressi: si tratta sempre di “soggetti deboli”, prediletti dall’Amore divino, che vivono massacri e vittorie in modo del tutto parallelo e solidale. È interessante l’accorgimento che, per non essere mangiata dagli erbivori, ha escogitato una specie arborea la quale vive in Africa. La vita di tutti gli uomini è concentrata prevalentemente in alcune zone, rese più ricche ma anche più vulnerabili all’inquinamento. Di qui l’impegno sociale ed umano, sempre con sguardo planetario, per il riscatto di tutti i poveri, per la pace, per l’obiezione di coscienza contro il servizio militare, per la difesa della natura e dell’ambiente, per il dialogo con le altre religioni a cominciare dall’Islam. Contribuire a creare un mondo migliore in cui l’uomo e la società intera progrediscano in armonia con altri esseri viventi e con l’ambiente. Vi sono poi alcune piante che accumulano sostanze urticanti per evitare di essere mangiate dagli animali. Anche tu puoi farlo in tanti modi, alcuni globali e altri di dimensione domestica. L’uomo non tesse la trama della vita; in essa egli è soltanto un… «La Terra non appartiene all’uomo, ma l’uomo appartiene alla Terra. Altre tecniche però sono del tutto insensate e inutili. La prima è l’energia, purché non sia quella che si ricava bruciando il preziosissimo petrolio ma quella che si estrae dal nucleo dell’atomo attraverso la tecnologia moderna, che garantisce energia sicura per centinaia se non per migliaia di anni. Il paesaggio è un bene culturale e ambientale ed è considerato tra l’obbiettivi di un processo di identificazione dell’uomo su un territorio, che egli stesso contribuisce a definire. La tutela e la protezione dell’ambiente è diventata ormai un’esigenza di primaria importanza. Studia Rapido 2021 - P.IVA IT02393950593, Riproduzione riservata. Vediamo di spiegarne il motivo. Si potrebbero citare molti esempi a cominciare da alcune specie di piselli selvatici che, se ingeriti, producono una paralisi irreversibile. L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), il 1º marzo 2005, ha aperto ufficialmente il Decennio per l'Educazione allo Sviluppo riconoscendo l'importanza dell'educazione quale strumento per la tutela dell'ambiente e la centralità del tema della sostenibilità. Questi … Credo che nemmeno l’animalista più convinto in preda ai morsi della fame non esiterebbe un solo istante ad uccidere un animale per nutrirsene. Per concludere possiamo affermare, senza pericolo di smentita, che nessuno ha mai dimostrato come l’agricoltura biologica e quella biodinamica producano risultati migliori di quella tradizionale. Consideriamo ad esempio la crescita demografica. Ma c’è di peggio perché la combustione di carbone e petrolio da parte delle fabbriche e delle case che li usano per il riscaldamento, oltre all’anidride carbonica, emette anche fuliggine (cioè impalpabili particelle di carbone) la quale, arrivando negli alti strati dell’atmosfera, impedirebbe a buona parte della radiazione solare di raggiungere la superficie terrestre con la conseguenza di un ulteriore abbassamento della temperatura su tutta la Terra. Negli ultimi anni del 1800, ad esempio, si scoprì che la rimozione del pancreas provocava nei cani sintomi simili a quelli del diabete nell’uomo. L'azione, dell'uomo deve tendere ristabilire, per quanto possibile, le condizioni di equilibrio naturale. ... e del consumatore, anche la tutela dell’ambiente acquatico e … È questo un fatto naturale che, se non esistesse, le condizioni climatiche del pianeta sarebbero profondamente diverse e tali da non garantire le forme viventi. L’effetto serra, il buco dell’ozono, le piogge acide, la deforestazione, le esondazioni e così via, infatti, sono la conseguenza delle nostre scelte sbagliate, che prima o poi ci condurranno probabilmente all’estinzione. La risposta è no. Il sacrificio di molti animali è sempre stato finalizzato a salvare migliaia di vite umane e nessuno, nemmeno gli animalisti, pensano che sarebbe stato meglio vedere tribolare e morire i propri congiunti per risparmiare le sofferenze a cavie e cani. Per quanto riguarda invece le cause, gli effetti e le eventuali misure da adottare il dibattito scientifico è tuttora aperto. La difesa dell'ambiente. È possibile in uno spazio finito qual è quello del nostro pianeta una crescita durevole nel tempo? Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. La sostanza era stata sperimentata sulle cavie senza che si riscontrasse in loro alcun danno, ma pur essendo il patrimonio genetico di questi animali molto simile a quello umano, non è tuttavia identico.

Frasi Con Verbi Ausiliari In Inglese, Libro Igiene E Patologia - Zanichelli Pdf, Dialetto Milanese Frasi Divertenti, Boston Terrier Gratis, Canzone Dell'arrivederci Accordi, Aceto Di Mele Per Capillari Funziona, Powerpoint Zanichelli Performer Heritage, Tema Di 100 Parole In Inglese, Canzone Napoletana Dedicata Al Fratello, Caramelle Eucalipto In Gravidanza,

Lascia un commento